0%

TO BE UNNATURAL


TITOLO PROVVISORIO

18 MINS | COL | ANIMAZIONE | HD Stereo | ITA | 2022 | REGIA DI MARCO BOLOGNESI

SINOSSI


La città di Sendai City è controllata da un sistema di intelligenza artificiale, Gaia.

Tutto sembra funzionare secondo il protocollo, ma ad un certo punto accade qualcosa: il sistema logico non è più sufficiente, la sua evoluzione ha portato Gaia a voler essere umana e così inizia la sua crisi d’identità tra la sua nuova parte evoluta e la sua parte originaria.

Gaia racconta i conflitti dei suoi abitanti, le loro regole e le loro speranze, ma ad un certo punto tutto scompare, perché nulla esiste. La realtà che cos’è?

NOTE DI REGIA


Questo film è la storia di Sendai City che parla di se stessa, la città che racconta dei conflitti dei suoi abitanti, che vive e narra in modo surreale degli scontri con i ribelli. Una città che ho voluto tirasse fuori una parte umana. 

Tutto scompare, perché nulla esiste. Nel film si tocca il punto massimo di guerra, di distruzione, tra le due parti. Il cortometraggio è perfetta rappresentazione dell’idea fondante del cyberpunk: niente esiste realmente, dal momento in cui i punti di vista sono differenti per ciascuno.

 

Insieme a Blue Unnatural, No one is innocent e Dystopia, la storia di To be Unnatural non tenta una narrazione basata sul dialogo, ma fa vivere un mood

Immagini, situazioni, citazioni e manifesti. Grande peso è dato a questa forma di raccontare le emozioni, nella quale l’elemento della voce-off funge da collante.

Accanto agli altri tre cortometraggi citati, crea un unico film di un intero ciclo di 60 minuti composto da immagini, sensazioni sonore e utilizzo creativo del montaggio.

Play Cover Track Title
Track Authors